Recensione e intervista su : Inchiaroscuro

Tra le casse simpatiche di Patrizia e Alessandra
Scritto da maria rosaria ferrara   
Venerdì 17 Dicembre 2010 13:15

 

Solare e ironico, "Comiche in cassa" edito dalla Edizioni Kimerik è una sorta di manuale per le aspiranti cassiere, per chi è nuovo del mestiere e per i clienti di un ipermercato. Un simpatico viaggio tra i reparti di un ipermercato che si legge con il sorriso sulle labbra.

Un progetto davvero originale scritto a quattro mani da Patrizia Catenuto e Alessandra Raiti con tono allegro. Le due autrici hanno deciso di osservare con occhio ironico il proprio lavoro ed esorcizzare i lati negativi rendendoli motivo di una vera e propria analisi. Questo studio delle due esperte autrici non si limita ad elencare le varie tipologie di cassiere che si possono incontrare, ma, con simpatici aneddoti ed esempi (accompagnati da divertenti illustrazioni) si raccontano anche le vicende più strane che vedono come coprotagonisti i clienti e le varie tipologie di acquirenti che si possono incontrare.

Il risultato sono tante risate, comiche appunto, durante la giornata lavorativa e l’inconsapevole messaggio diretto a tutti di cercare sempre il lato positivo delle cose, sorridere anche quando la situazione sembra critica, perché in questo modo la giornata può migliorare.

Brave!!

Ciao Alessandra, ciao Patrizia. Benvenute su inchiaroscuro.com. Vi va di raccontarci un po’ di voi per presentarvi ai nostri lettori?

Patrizia:Salve a te M.Rosaria e grazie per la tua ospitalità.

Posso dire che sono una grande sognatrice con molta fantasia. Amo leggere e scrivere, anche se ho poco tempo per dedicarmi a questa mia passione. Malgrado ciò sono riuscita a pubblicare tre libri. Uno di poesie, un altro romance e l’ultimo umoristico assieme ad Alessandra, una mia carissima collega-amica.

Un mio difetto? Essere impulsiva e con poca pazienza, anche se chi sta vicino a me dovrebbe averne tanta… vero Ale?

Alessandra:Bè, di pazienza ne ho da vendere! Però devo dire che mentre a causa della mia pigrizia spesso dormo “sugli allori”, grazie a Patrizia col suo entusiasmo e il suo spirito di iniziativa sono stata contagiata più che positivamente. Anch’io scrivo fin da piccola e ho una innata predisposizione all’empatia umana. Osservo molto e parlo poco e poi traspongo tutto nei miei racconti. Ho iniziato con delle poesie per poi cimentarmi in racconti per lo più di carattere noir.

 

Com’è nata l’idea delle Comiche in cassa?

Patrizia:L’idea di scrivere questo libro è nata da me, vedendo una vignetta di Ale sul suo profilo di un social network, rimasi colpita, e così le telefonai e le feci la proposta. Ale ne fu entusiasta e iniziò a buttar giù altre vignette a tema e iniziare la bozza di alcuni argomenti trattati nel libro. L’esperienza lavorativa decennale nello stesso ambito ci ha aiutate a buttar giù bozze che quasi si scrivevano da sole, ma non possiamo negare che le nostre colleghe ci hanno aiutato notevolmente.

Alessandra:Abbiamo unito le nostre forze e le nostre idee (avevamo già entrambe in mente un progetto simile, Patrizia con racconti io con vignette).

 

Raccontateci la genesi e la gestazione del vostro libro. Com’è passato dalla vostra immaginazione agli scaffali delle librerie?

Abbiamo impiegato più o meno 8/9 mesi per “partorirlo”, tra correzioni bozze, invii di e-mail l’una all’altra, trasposizione delle vicende giornaliere in veri e propri racconti, selezione ed elenco principali attività in ipermercato. Poi toccò all’invio della bozza a una casa editrice conosciuta. Arco di tempo di circa tre mesi in cui aspettammo con ansia una risposta positiva. Infine, decisione d’inviare il manoscritto a una casa editrice minore ma qualitativamente non di minore importanza. Quest’ultima, dopo aver preso visione della bozza, ci aprì le porte entusiasta. Toccarono alcune settimane per correzioni, editing e scelta copertina. Et voilà…

 

Come hanno reagito le vostre colleghe al vostro progetto?

Patrizia:Molte sono state entusiaste, incoraggiandoci e acquistando il libro, altre… silenzio!!

Alessandra:Alcune con indifferenza, per natura aggiungerei, altre invece non vedevano l’ora di comunicarci ciò che loro accadeva durante la giornata per aiutarci a trovare spunti per il nostro libro.

 

Quante nemiche vi siete fatte?

Patrizia:Nemiche? No, penso proprio di no, ma invidia… forse.

Alessandra:Spero nessuna! Il nostro obiettivo è far sorridere senza prendere in giro.

 

E come hanno reagito i clienti più affezionati?

Patrizia:Benissimo, molti hanno acquistato il nostro libro in libreria ed entusiasti sono venuti da me chiedendomi anche l’autografo.

Alessandra: Molto contenti, anzi entusiasti. Sono i nostri sostenitori più accaniti e tra i primi acquirenti del libro.

 

Qual è la tipologia di cassiera nella quale vi ritrovate di più?

Patrizia:In quasi tutte le tipologie. Posso solo dire che, se mi cercate nella tipologia della “perfettina”, lì non mi troverete. Il mio motto è disordine e non fare attendere mai i clienti.

Alessandra: Mah! Un mix di tutte. Sono caratteristiche (certo, nel libro un po’ esasperate) che posseggono un po’ tutte le cassiere.

 

Qual è l’episodio più insolito che vi è capitato? Rientra negli aneddoti raccontati nel vostro libro?

Patrizia:L’episodio più insolito che mi è capitato non si trova nel libro, perché è successo da poco.

Mentre lavoravo c’era in coda una coppia, lei poteva avere circa 60 anni e lui almeno dieci anni in meno, che litigavano ad alta voce. Finalmente arriva il loro turno, cerco di essere veloce, anche perché erano proprio “incavolati” ma… all’improvviso lui dice una battuta ironica e lei, nera come un’africana, alza la voce insultandolo con bruttissime parole, molto pesanti e volgari. Credetemi, in quel momento mi sono vergognata per quel poveretto!!

Alessandra: Quello più insolito ma anche più frequente è l’incomprensione di linguaggio tra cassiera e cliente (ma anche tra colleghe). Un espediente breve ma conciso:

Cassiera: “Tiri fuori il carrello per favore”

Cliente: “No grazie, ho tante buste in macchina”

(Marziano chiama Venusiano)

 

Questa esperienza editoriale vi ha dato nuovo materiale per un altro progetto simile a Comiche in cassa da scrivere insieme? Avete qualche nuovo progetto letterario da realizzare insieme o singolarmente?

Patrizia:Sì, abbiamo un altro progetto insieme, genere umoristico, ma argomento totalmente diverso.

Inoltre ho un altro libro nel cassetto, ripreso qualche giorno fa e spero di portarlo al termine per il 2011.

Alessandra: Già, un libro umoristico… ci stiamo specializzando in questo genere. O forse divertendo a scriverlo! Personalmente ho in fase di compimento un racconto noir surreale e in progetto una serie di vignette sulla vita di coppia. E, progetto più importante, godermi la mia gravidanza.

 

Dove e come si può reperire il vostro libro?

Essendo la Kimerik una casa editrice locale, è più facile trovare il nostro libro nelle librerie della nostra città (Catania) ma anche in altre parti d’Italia. Basta collegarsi al sito http://www.kimerik.it/distribuzione.htm

 

Lasciateci link e indirizzi dove poter seguire il vostro lavoro artistico.

www.comicheincassaitaly.space.live.com

 

Volete aggiungere qualcosa?

Alessandra: Rispondocon piacere a questa domanda perché vorrei comunicare una cosa. Desidererei che chi non legge si avvicinasse a questo fantastico mondo. La lettura stimola la fantasia, l’immaginazione, sprona alla cultura, spesso serve per alleviare la tensione, altre volte per avvicinare le persone. Salva l‘anima.

 

Grazie per averci concesso questa intervista e in bocca al lupo per tutto!

Maria Rosaria Ferrara

 

http://inchiaroscuro.com/ICS/index.php?option=com_content&view=article&id=214%3Ascritto-da-maria-rosaria-ferrara&catid=40%3Ail-caffe-degli-artisti&Itemid=28

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...